Galateo del sushi

 

 

image

Con l’avvento dell’orientalismo nella nostra cultura culinaria sapere come affrontare una cena asiatica richiede una gestualità ed una ritualità specifiche.

Le bacchette giapponesi, chiamate hashi (箸), sono lo strumento principale con cui i giapponesi consumano ogni tipo di cibo. Queste bacchette (diverse nella forma da quelle cinesi) sono fatte in legno, in bambù, ma possono essere anche di metallo o di plastica e possono essere decorate in tanti modi: dipinte, incise o laccate con l’urushi (la lacca tradizionale giapponese).
Il loro uso si impara fin da piccoli  infatti le mamme nipponiche dotano presto i propri bambini di piccole bacchette (più corte e, in alcuni casi, dotate persino di due fori dove inserire le dita).

Come si usano :

  •   Mettere una bacchetta sotto al pollice, nell’incavo della mano, e tenerla fissa. Impugnarla  leggermente al di sopra della metà, in modo da non avere poi difficoltà nel manovrare entrambe le bacchette. Questa bacchetta rimarrà ferma sotto al pollice, e sarà l’altra a muoversi per prendere il cibo.
  •  Afferrare l’altra bacchetta prendendola con il dito indice e appoggiandola sopra il polpastrello del pollice, in modo da tenerla ferma. Provare a tenere la seconda bacchetta come se fosse una penna, in modo da avere il pieno controllo di entrambe.
  • A questo punto si deve trovare l’equilibrio delle bacchette e cercare di non farle incrociare; è necessario allenarsi ad aprire e chiudere le punte con una leggera pressione.La prima bacchetta deve rimanere fissa nell’incavo della mano, deve essere l’altra ad eseguire il movimento.
  •  Reggere le bacchette in modo saldo. Non dovrebbero muoversi mentre si cerca di prendere il cibo.Bisogna prendere il cibo alla giusta angolazione. Quando il piatto è troppo lontano, il cibo è difficile da raccogliere. Un angolo di 45 gradi dovrebbe essere ottimale. Se la presa è precaria, poggiare il  boccone e raccoglierlo di nuovo. Una volta preso, bisogna tenerlo ben saldo ma senza spappolarlo e questa operazione richiederà diverse prove.

 

Regole principali:

  • Come non si gioca con la forchetta ed il coltello, lo stesso principio vale per le bacchette: non usatele in maniera non convenzionale.
  • La salsa di soia è un condimento volto ad esaltare il sapore del pesce, non del riso, evitate di immergerlo dentro la ciotola della salsa, eviterete anche sgradevoli chicchi orfani nel mar nero della soia.
  • Il sushi non va spezzettato, tagliarlo a metà è maleducazione. Va mangiato per intero, d’altronde per questo motivo sono concepite le sue forme.
  • Le bacchette vanno tenute in questa maniera: la prima sempre ferma ed aiutatevi con pollice ed anulare. Tenete la seconda come se fosse una matita, va mossa solo quest’ultima con pollice indice e medio
  • Versate la soia nella ciotolina davanti al piatto.
  • Immergete il sushi dal lato del pesce.
  • Mangiare l intero pezzo ogni volta.
  • Rinfrescate il palato con lo zenzero.

Cosa nn fare,Tra le cattive maniere:

– infilzare cibi con le patate con le bacchette
–  muovere le bacchette sopra il piatto di portata scegliendo cosa mangiare
– frugare nel piatto con le bacchette
– leccare il cibo rimasto sulle bacchette

 

Comments are closed.